Parole d'autore

Carl Hamblin di Edgar Lee Masters

Poesia "Carl Hamblin" di Edgar Lee Masters

Tags: Politica Anarchia Giustizia
La rotativa del "Clarion" di Spoon River fu distrutta, 
e io impeciato e impiumato, 
perché il giorno che gli Anarchici furono impiccati a Chicago pubblicai questo:
"Ho visto una donna bellissima con gli occhi bendati 
sui gradini di un tempio di marmo.
Una grande folla le passava dinanzi, 
i volti imploranti alzati verso di lei. 
Nella sinistra impugnava una spada. 
Brandendo quella spada, 
colpiva ora un bimbo, ora un operaio, 
ora una donna in fuga, ora un pazzo. 
Nella destra teneva una bilancia:
nella bilancia venivano gettate monete d'oro 
da chi scampava ai colpi della spada. 
Un uomo in toga nera lesse da un manoscritto:
"Non guarda in faccia nessuno".
Poi un giovane con berretto rosso
le fu accanto con un balzo e le strappò la benda. 
Ed ecco, le ciglia erano state corrose
dal marcio delle palpebre; 
le pupille bruciate da un muco lattiginoso; 
la follia di un'anima morente 
era scritta su quel volto-
allora la folla capì perché portasse la benda