Parole d'autore

Polemica di Edmondo De Amicis

Poesia "Polemica" di Edmondo De Amicis

Tags: Nessun tag
Perch'io coll'arte qualche volta allieti
I miei studi di cifre e di prospetti,
Tu mi porti ogni dì dei giornaletti
Scritti da prosatori e da poeti;

E vedo che ogni dì gli odi secreti
Sfogano in canti, in critiche, in sonetti,
E in termini recisi, aperti e netti
Si chiamano villani e analfabeti.

Questo grida: - Cretini! - e quello: - Eunuchi!
Imbecilli! - costui, l'altro: - Impostori!
E porci e talpe e ciarlatani e ciuchi.

Sciogli un enimma ch'io non so capire:
Spiegami tu perchè questi signori
Si chiamano i maestri del bel dire.