Parole d'autore

Le tre parole più strane di Wisława Szymborska

Poesia "Le tre parole più strane" di Wisława Szymborska

Tags: Nessun tag
Quando pronuncio la parola futuro,
la prima sillaba già va nel passato.
Quando pronuncio la parola silenzio,
lo distruggo.

Quando pronuncio la parola niente,
creo qualche cosa che non entra in alcun nulla.